Archivi tag: mabka

TROTA CON CREMA DI FICHI E CIPOLLE ( senza lattosio, senza latticini)

Trota con crema di fichi e cipolle senza lattosio

Siamo ormai in piena stagione estiva dove i fichi iniziano a primeggiare riempiendo le tavole, ma cosa farne oltre alla solita marmellata?! Ecco una delle tantissime ricette salate che si possono fare.

INGREDIENTI:

una trota salmonata eviscerata e tagliata nei 2 filetti
4/5 bacche di ginepro
rosmarino
vino bianco
olio
sale & pepe

 

per la salsa

2 fette di cipolle
2 fichi
olio
sale
peperoncino

PROCEDIMENTO:

  • dopo aver eviscerato la trota e averne ricavato i 2 filetti , con una pinzetta levate tutte le lische rimanenti -basta passare le dita sul pesce in modo delicato e si trovano senza problemi-
  • Mettetele in una teglia con la carta forno, aggiungete l’olio, il rosmarino, le bacche di ginepro, il sale, il pepe e un goccino di vino bianco e chiudete la carta forno in modo da farla cuocere ben coperte
  • cuocete in forno per 15 minuti circa a 180 gradi
  • intanto rosolate la cipolla con l’olio, aggiungete i fichi puliti e tagliati in modo grossolano , mettete sale e peperoncino e fate cuocere lentamente aggiungendo poca acqua alla volta se serve, fino a quando il frutto non si sarà ben spappolato
  • passate la crema di fichi e cipolle nel frullatore ad immersione e stendetela su un piatto come fondo su cui adagiare i tranci di trota
  • Decorate a piacere

ACQUE AROMATICHE (senza lattosio, senza latticini)

Le acque aromatiche fanno capolino ogni anno appena arriva il timido sole di Aprile, ma cosa sono? A cosa servono?

Sono semplicemente delle acqua a cui sono state messe a macerare per alcune ore frutta ed erbe aromatiche, ma si possono usare anche le verdure, come barbabietole e cetrioli per esempio. Dopo questa macerazione vitamine e sali minerali vengono rilasciati nell’acqua. Oltre a vitamine e sali minerali queste acque “detox” hanno il grandissimo vantaggio di stuzzicare maggiormente la sete, apportando un maggior quantitativo di acqua, indispensabile per diverse funzioni nell’organismo, tra cui:

  • regolare la temperatura corporea
  • facilitare l’assorbimento dei nutrienti, quindi la digestione
  • permettere la respirazione
  • partecipare alle reazioni cellulari
  • facilitare l’eliminazione delle tossine
  • combattere la ritenzione
  • favorire il senso di sazietà

Ovviamente non aspettatevi che allo scoccare della mezzanotte sparisca la cellulite o che la pelle torni bellissima come a 20 anni senza manco una ruga!

33748139-59F6-4C3F-A8BD-633F2589AAB9

 

Vi lascio le “ ricette “ delle 2 che ho fatto io:

1/4 di Limone+ 1/2 arancia + 1/2  mango : prendete gli agrumi non trattati, lavateli bene e tagliateli a fettine. Pulite il mango e mettete la frutta in un contenitore che si possa chiudere bene, versate l’acqua , chiudete e lasciate macerare alcune ore in frigo, levate la frutta che potete tranquillamente mangiare e avrete la vostra bevanda detox pronta. Si conserva tranquillamente in frigo 2 giorni ma le vitamine non si mantengono per molto, per cui è meglio consumarla il prima possibile .

LIMONE: ricco di vitamina C, brucia i grassi, è un valido antiossidante e rafforza le difese immunitarie
ARANCIA: ricca di vitamina C, è anch’essa un valido antiossidante e rafforza le difese immunitarie
MANGO: ricco di vitamina A, aiuta a contrastare la stitichezza e la ritenzione idrica

 

10 fragole più 10 foglioline di menta piperita: prendete le fragole, lavatele bene, levate il verde e mettetele nel contenitore, aggiungete le foglie di menta piperita ben lavata e lasciate macerare alcune ore in un contenitore chiuso. Eliminate frutta, che potete tranquillamente mangiare e le foglie e la vostra bevanda detox è pronta. Anche in questo caso è meglio berla il prima possibile.

MENTA PIPERITA: funzione carnitiva ( facilita l’eliminazione dei gas) , funzione aromatica , funzione depurativa e funzione antisettica
FRAGOLE: ricca di vitamina C ha proprietà rinfrescanti , diuretiche e depurative.

Se avete un problema serio come mio marito con le fibre potete filtrare l’acqua attraverso un colino a maglia stretta .

5664ABB4-388A-4C0E-801E-83F71CF9B3F9

 

 

ROLLS CON CREMA DI PISTACCHIO SENZA UOVA (senza lattosio)

La mia passione per i Cinnamon rolls è davvero sconfinata, sono una vera e propria droga, ne mangerei in continuazione. Ma sta volta ho lasciato da parte la cannella ed ho usato la crema di pistacchio. La particolarità di questa ricetta sta nell’uovo, non c’è! Ho usato un suo sostituto che mi avevano dato da provare in fiera a novembre, prodotto da “Baule Volante” formulato con alcuni addensanti in modo che nel prodotto finito ci sia comunque la componente elastica, morbida e cromatica tipica dell’uovo.

5D4A2080-9B05-4709-BA26-6B75B1F2B838

INGREDIENTI:

380 g di farina Manitoba
30 g di olio di cocco ( o 40 g di burro senza lattosio 0,01%)
150 ml di bevanda di riso)
1 bustina di sostituto di uovo +70 ml di bevanda di riso
12 /13 g lievito di birra fresco
100 g di zucchero
1 pizzico di vaniglia Bourbon

crema di pistacchio senza lattosio

100 g di zucchero a velo
acqua qb

PROCEDIMENTO:

  • Mettete la bevanda appena appena calda ( io faccio 30-45 secondi nel microonde) con la farina, il lievito, la vaniglia , lo zucchero e l’olio.
  • A parte sciogliete bene la bustina di sostituto dell’uovo con 70 ml di bevanda vegetale di riso ed unitelo al composto.
  • Impastate bene per almeno 10 minuti per attivare al meglio la lievitazione.
  • Lasciate lievitare in una ciotola capiente, coperto da un canovaccio umido finché non ha raddoppiato di volume (passaggio importantissimo altrimenti vi lievitano in pancia), in luogo non ventilato , per esempio in forno spento con la lucina accesa. Ci ha messo quasi 5 ore con questo freddo ma se volete accelerare i tempi, accendete il forno a 30 gradi e in un’oretta massimo 2 dovrebbe aver raddoppiato.
  • Stendete la pasta e formate un bel rettangolo, spalmateci la crema di pistacchio, arrotolate l’impasto e tagliate le girelle con un coltello seghettato a distanza di circa 3 cm.
  • Prendete la teglia spennellatela con il latte di cocco e lo zucchero, adagiate i rolls appena appena distanti e rimetteteli a lievitare ancora un’oretta e mezza.
  • Infornate a 180 gradi per 20 minuti circa, o fino a quando non avranno assunto il tipico colorito appena abbronzato.
  • Mentre raffreddano preparate la glassa con lo zucchero a velo , aggiungendo pochissima acqua per volta fino ad arrivare alla consistenza giusta, versatela sulle girelle, lasciatela indurire e servite!

In questo caso non li ho glassati ma solo spolverati con lo zucchero a velo 😉

 

 

 

CREMA GOLOSA AL PISTACCHIO (senza lattosio)

Qualche tempo fa la presidente di AILI ci ha avvisate che sarebbe arrivato un pacco dal contenuto misterioso, anche se l’avevo indovinato al volo ..  vi lascio qui il link del video imbarazzante dell’apertura. Il pacco conteneva  3 vasetti di creme dolci spalmabili, una alla nocciola, una al pistacchio ed una alla mandorla. L’azienda che le produce è OGGI – OFFICINE GELATO GUSTO ITALIANO- di cui vi lascio un estrapolato della loro presentazione, per spiegarvi con che passione ed amore curano tutto il lavoro

” Immagina di entrare in un mondo di eccellenze, di profumi, di gusto e di artigianalità… e vedere gli ingredienti, freschissimi e rigorosamente selezionati a seconda della stagionalità, pronti ad essere lavorati sul tavolo e poi fusi insieme nella cucina dell’Officina di OGGI Gelato.
Il maestro gelatiere Carmelo Chiaramida, che con cura e passione studia ogni dettaglio e con mani esperte sceglie ogni frutto per lavorarlo, tostarlo, trasformarlo in paste sempre fresche e tutte naturali, con cui realizzare ogni giorno mantecati genuini. “

La loro passione unita all’esigenza del mercato di avere gelati anche senza lattosio ha dato vita alla collaborazione tra AILI -Associazione Italiana Latto Intolleranti- e OGGI. Io, in quanto food blogger lactose free e fortemente convinta dell’utilità del nuovo marchio Lactose Free ho il piacere di divulgare questa bellissima novità.  Ne approfitto per ringraziare pubblicamente OGGI e AILI!!

 

Per la mia prima ricetta, banalissima, atta proprio a mantenere al meglio la purezza di questo eccellente prodotto,  ho ben pensato di “inciccionirla” con una mia passione, il mascarpone, ovviamente con solo lo 0,01% di lattosio. Che poi ho messo come ripieno nei rolls di pan brioche, ma  ve li racconterò nel prossimo articolo.

0398FE69-CB4E-4A89-B04C-F847C1793F6B

INGREDIENTI :

250 g di mascarpone senza lattosio ( 0,01% di lattosio)
5 cucchiaini di crema spalmabile al pistacchio (ovviamente questa è senza lattosio)
4 cucchiai di zucchero a velo

PROCEDIMENTO:

  • rendere a crema il mascarpone;
  • aggiungere lo zucchero a velo, regolatelo pure a vostro gusto personale;
  • aggiungere la crema spalmabile ed assaggiare (senza fare gli ingordi come me a cucchiaiate) man mano fino ad arrivare al gusto desiderato.

 

Per maggiori info vi lascio il link del loro sito : OGGI & AILI

7371F131-2AEC-4904-811F-3A85E9ACDF1A

 

 

 

WAFFLE (senza lattosio, senza latticini)

La colpa è sempre di Vanessa, alias Sgrufetta , che ha inoculato in me il gene della Wafflite che con mezzi più o meno espliciti è arrivata a mio marito, il quale un giorno è tornato a casa con lo stampo da forno dei waffle ( e il detersivo per smacchiagli le camicie, camuffandolo da regalone per me ! ) Per la ricetta ho usato una delle mie , quella dei biscuffin, ma apportando alcune piccole modifiche come la riduzione netta dello zucchero e l’eliminazione del lievito.

DFA98D8D-775A-4AF7-A68D-82152813B67D

INGREDIENTI : (6/7 WAFFLE)

90 g di farina 00
60 g di zucchero
50 g di olio di semi
2 uova
vaniglia Bourbon in polvere

olio di cocco
fragole
arancia
ribes
zucchero a velo

 

PROCEDIMENTO:

  • Montare bene le 2 uova con lo zucchero;
  • aggiungere la farina setacciata ( permette di avere una crescita più uniforme in cottura) e la vaniglia;
  • mettere in ultimo l’olio e amalgamare bene il tutto;
  • versare il composto nello stampo e cuocere in forno ventilato 10 minuti a 200 gradi;
  • sciogliere una piccola noce di olio di cocco, spennellarlo in superficie e lasciare altri 5 minuti in forno ;
  • lavare bene la frutta, tagliarla grossolanamente e adagiarla sopra al waffle;
  • spolverare con zucchero a velo e servire!

B1664F09-2879-4EAB-A831-97A27685233B

 

 

INSALATA DI POLLO , MELE E ANACARDI (senza lattosio, senza latticini, senza glutine)

Si sta avvicinando la primavera e , anche se c’è ancora molto freddo, sento il bisogno di piatti freschi e allegri, così per pranzo mi sono preparata la classica insalata di pollo con mela verde , pomodori, anacardi ed una leggera nota fresca di menta.

760603AC-DF2A-4650-8DB4-E01840ADA25E

INGREDIENTI:

200 g di pollo
mezza mela verde
insalata , io ho usato la semplice lattuga
una decina di pomodori piccoli
una manciata di anacardi tagliati grossolanamente
olio
menta
sale & pepe

PROCEDIMENTO:

  • cuocere sulla piastra il petto di pollo ed una volta cotto salare e tagliare a listarelle;
  • lavare bene i pomodori, tagliarli a metà e metterli a tostare in padella con un filo di olio , sale e una puntina di zucchero di canna ( facoltativo) per qualche minuto;
  • lavare bene l’insalata e condirla con olio e sale;
  • aggiungere all’insalata il pollo, la mela tagliata a cubetti, i pomodori ed amalgamare bene gli ingredienti;
  • aggiungere gli anacardi , il pepe e la menta!

 

SALMONE ALL’ARANCIA CON AVOCADO (senza lattosio, senza latticini)

L ‘arancia è la protagonista indiscussa tra i frutti invernali, ha un sapore dolce ed acidulo che aiuta in moltissimi piatti, sia come sgrassante sia come rinfrescante. Oggi ve lo propongo nella sua versione “sgrassante” associato al salmone , pesce grasso.

98943486-44BC-4353-A028-79CEB7627BFE

INGREDIENTI:

mezzo avocado maturo
2 etti di salmone affumicato
un’arancia
sale & pepe
olio
polvere d’arancia ( la ricetta qui )

 

PROCEDIMENTO:

  • mettere a marinare per qualche minuto il salmone con l’olio,  il succo di mezza arancia e il pepe;
  • tagliare l’avocado a pezzettini piccoli;
  • pelare la restante arancia a  vivo e tagliarla a pezzetti;
  • stendere il salmone e condirlo con l’olio evo , aggiungere avocado ed arancia e spolverare con un pizzico di polvere d’arancia.

INSALATA DI ZUCCHINE ED ARANCIA (senza lattosio, senza latticini, senza glutine, a basso indice glicemico e ligh)

Niente di più semplice di un contorno fresco, veloce e pieno di vitamine. Adatto ad un regime alimentare ipocalorico e a basso indice glicemico .

0ED17E9E-4E7E-4BF8-B582-64D4A08F8D9E

INGREDIENTI:

zucchine
arancia
olio
bacche di ginepro
sale & pepe

PROCEDIMENTO: 

  • lavare bene le zucchine e tagliarle più sottili possibile con l’ausilio di un pelapatate;
  • spruzzare un pochino di succo di arancia sopra con qualche bacca di ginepro e lasciarle marinare 10 minuti;
  • tagliare a vivo l’arancia ed aggiungerla alla zucchine;
  • condire con sale, pepe e olio.

 

IDENTITÀ GOLOSE 2018

 

7D2FC2DB-EC84-4521-ACAC-FDC6C6BA2586

“ La quattordicesima edizione del congresso Identità Golose Milano avrà come filo conduttore il tema del Fattore Umano. Con questo è nostra intenzione mettere al centro delle tre giornate le relazioni umane, l’uomo-chef e tutti coloro che lo circondano sul lavoro, dalla cucina alla sala, al rapporto coi clienti e prima ancora artigiani e fornitori. È il momento, pur non rinunciando all’emozione per quello che c’è nel piatto, di spostare l’attenzione sul convivio, su quanto avviene attorno alla tavola, punto d’incontro di mondi . “
Questa era la premessa, egregiamente mantenuta, inutile dirvi che è stata una grandissima emozione incontrare i propri miti dal vivo è qualcosa di unico, li guardi con estrema ammirazione, li ascolti totalmente incantata ed affascinata dalle loro parole, dai loro racconti, dal loro vissuto.
Li incontri al di fuori delle sale tranquilli ,sorridenti e rilassati come se fosse normale routine concretizzare un’opera d’arte in un piatto.
Essendomi persa il primo tema che mi ero prefissata con la grandissima Antonia Klugmann , mi sono data alla seconda tappa, Carlo Cracco, lo ammetto non era tra i miei preferiti ma si è riscattato. Il tema “ identità di pasta” l’ha dedicato al maestro Gualtiero Marchesi con un simpatico aneddoto dove , il suo maestro gli faceva cucinare ben cinque maccheroni a persona, impiattandone solo tre , seppur perfetti nella forma e nel sapore , non riscontrava la gioia dei commensali per il quantitativo. Ma sì sa, i grandi geni sono intoccabili.
La terza tappa è stata caratterizzata dal “ fattore umano” in una sala gremita di persone per la presenza straordinaria di Davide Oldani, un vero e proprio mito. Un piatto ricercato, dove le qualità olfattive arrivano ad inebriarti completamente ancor prima di vedere il piatto.
In pausa congresso ho rivisto una mia compagna di percorso, una food blogger come me di Aili, diecimila volte più brava e spigliata di me, Nonna Paperina. Mi ha presentato altre blogger , tra cui una giornalista, Babette, che super mega gentilmente mi ha concesso di entrare con lei ad intervistare la Klugmann, una donna gentilissima e disponibile che con il sorriso ha risposto anche sull’ esperienza a MasterChef !
Continua la giornata con una degustazione di oli dell’azienda Olitalia e  tre chef che hanno saputo far risaltare al meglio le qualità organolettiche di questi oli delicati. Il primo piatto l’ho dovuto saltare per un’allergia ma il secondo e il terzo sono stati un vero e proprio tripudio di sapori e profumi.

Vi lascio qualche foto che non spiegano le emozioni ma illustrano al meglio la sdraordinarietà del congresso!

IMG_8750

 

IMG_8756

IMG_8762

67F5179D-5DAE-45C2-AC68-8D3C732E131A 8D61B636-D1D4-4505-B59F-26C3A70B2DAC AB16AB76-7C6B-4897-AC82-1B15D4137507

IMG_8760 IMG_8761 IMG_8778

IMG_8779 IMG_8782 IMG_8781

 

SPAGHETTI QUADRATI CON CREMA DI BARBABIETOLE E BRESAOLA CROCCANTE (senza lattosio)

Il rosa è il colore femminile per eccellenza , e Marzo è senza dubbio il mese della donna, per cui voglio dare il benvenuto a questo mese  che amo e di cui aspetto i primi timidissimi raggi di sole con qualcosa di solare e femminile!742E8AB1-DADE-49C9-9345-F5EE7AFD3819

 

INGREDIENTI:

200 g di spaghetti quadrati

mezza cipolla rossa

100 g di robiola senza lattosio (0,01%)

80 g di barbabietola prelessata

2/3 fette di bresaola

1 cucchiaino di miele

olio

sale & pepe

PROCEDIMENTO:

  • mettere la pasta a lessare in abbondante acqua salata;
  • con l’ausilio di un tritatutto rendere a purea la barbabietola ed aggiungere la robiola regolando poi di sale e pepe il composto;
  • tagliare la bresaola a listarelle e farla incroccantire in padella senza alcun condimento per qualche istante;
  • in un pentolino mettere la cipolla a carammellare con un filo d’olio e un cucchiaino di miele;
  • levare la cipolla e mettere per pochi minuti il composto robiola-barbabietola;
  • scolare la pasta ed unirla in padella alla salsa;
  • aggiungere la cipolla croccante  e la bresaola.

 

Con questa ricetta vi ricordo che lactose free expo 2018 è già il lavorazione, se vi interessa visitate http://Www.glutenfreeexpo.it