PASTA TONNO, MELA e ANACARDI ( senza latticini senza lattosio) detta anche LOCATELLI APPREZZERÀ

Livello : spadellatrici espertisssime in apertura di scatolette

Strategia: #zerosbatti

Modalità : con un solo braccio

Foto dell’opera d’arte :

Ingredienti :

Pasta buttata a caso, forse tre manciate o quattro

Metà mela verde – l’altra metà me l’ero mangiata-

Una scatoletta di tonno che finalmente tuo marito non ha toppato a prendere ( con olio e SALE)

Noci di Acagiù – perché anacardi non fa figo – una manciata

Sale da mettere nell’acqua della pasta altrimenti sa di gamba della sedia

Pepe quanto basta

Strumenti :

Una pentola

Una posata di legno per girare e non rovinare la pentola

Lo scolapasta – deve avere i buchi altrimenti è una pentola , NON confondetele –

Una bowl – che dire ciotola sta male perché pare quella del cane –

Una forchetta per mangiare

Procedimento:

  • Mettete l’acqua nella pentola – F O N D A M E N T A L E –
  • Salatela quando bolle per svariati motivi
  • Buttate la pasta e lasciartela cuocere girando di tanto in tanto per evitare che si incollino tra di loro come le lumache in accoppiamento ( che fighe le lumache che sono ermafrodite e capiscono sia il ciclo femminile che l’ossessione per il telecomando dei maschi!!)
  • Scolatela – nel colapasta con i buchi-
  • Passatela sotto l’acqua fredda per fermare la cottura altrimenti diventa un ammasso di amido disgustoso con un indice glicemico in impennata e il tom tom impostato su fianchi e glutei – la pasta sa benissimo dove depositarsi a noi donne e mai una volta che vada sulle tavole da sulf che stanno tra collo e panza –
  • Conditela subito con l’olio a crudo altrimenti si sbaciucchia senza girarci intorno come Marty con la paperella fluo
  • APRITE LA SCATOLETTA DI TONNO
  • Levate l’olio e versatelo sulla pasta
  • Lavate bene la mela, se siete incintizzate con il bicarbonato, che non cambia niente ma ci si crede comunque . Se perde il lucido è la naturale cera non state per avvelenarvi con la TNT dei famosi complotti melariani e digiunisti
  • Tagliate la mela a pezzetti con tanto di buccia e mettetela nella pasta
  • Prendete le noci di acagiù e mettetele pure loro nella pasta
  • Grattate il pepe sopra alla pasta, quello che preferite, io uso un mix di cinque tipi senza farmi troppi trip mentali.
  • Mescolate bene la pasta e mangiatela !

Ps : quante volte ho detto pasta?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *