Archivi categoria: LACTOSE FREE

CIAMBELLONE DI PANE (senza lattosio, senza latticini)

 

Ciambellone si pane

Sì sa, gli intolleranti al lattosio sono in netto aumento, si stima che il bla bla bla percento di persone siano affette e che il bla bla bla manifesti questa sindrome e bla bla bla con bla bla bla, vi risparmio un po’ di bla bla bla riassumendo il concetto con : “proliferano come i funghi, un po’ di umidità ed escono ovunque” e hanno veramente tante domande più o meno imbarazzanti, più o meno lecite, più o meno sensate ma sempre utili al soggetto stesso per vivere e approcciare al meglio a questo cambiamento.
Oggi vi chiarisco alcuni dubbi , anzi facciamo un aggiornamento del post che avevo già fatto con altre domande.

❓C’è scritto “ può contenere tracce di latte” posso mangiarlo?!

Sì, quella dicitura è rivolta agli allergici e indica che il prodotto in questione è stato lavorato in uno stabilimento che usa latte per altre lavorazioni quindi potrebbe ipoteticamente , forse , per caso, ma va che m’è caduta proprio lì, essercene traccia.

❓Ma se cuocio la mozzarella in forno sopra i 200 gradi sparisce il lattosio ?

199 , no?! Merlino scansati subito! Ovviamente no, se bastasse il forno a far sparire il lattosio saremmo tutti salvi. Questa è una vecchia cavolata di cui si autoconvincono quelli che non vogliono proprio rinunciare ai latticini, incentivati da alcuni chef ( giuro che una mi ha risposto proprio così, immaginate il mio sguardo) che non sanno assolutamente niente di zuccheri. Il lattosio è uno zucchero e non si denatura ( cioè modifica la struttura della propria molecola) alle alte temperature!
#lebasiDellaBiologia

❓Posso baciare la mia ragazza o il mio ragazzo dopo che lei/lui ha mangiato formaggi ?!

Resto sempre un attimo basita ma se avete queste grandi veleità di infilare la lingua in bocca a vostro marito mentre mangia e di rubargli un pezzo di provola da sotto i denti , prima di tutto vi faccio i complimenti, non solo per la tecnica ma anche per il coraggio, e poi vi dico di lasciar perdere e di baciarlo quando ha almeno deglutito ( e bassssssta scrivere ingoiare!!! ) tutto che così il lattosio prende la via d’uscita giusta!

❓Questo prodotto è dichiarato idoneo ma io sono stata male quindi c’è lattosio, i produttori sono dei falsi e per questo meritano di andare al rogo insieme alle streghe e Salem .

Per legge è vietato dichiarare il falso e non riportare in etichetta tutti gli allergeni, che anzi sono sempre in neretto per non sfuggire nemmeno alle talpette – modestamente come me- . Idem se andate in rosticceria, ci deve essere il libretto degli allergeni come al ristorante. Probabilmente si sta male per altro, per esempio sei ti sei magnata 4 fritture, 6 budini e 2 sedie prima della frittella in questione.

❓Quando si spezza il gambo all’insalata esce latte quindi l’alimentarista mi ha proibito l’insalata.

In questi casi rispondo che probabilmente, FORSE, IPOTETICAMENTE, NON SO È, non ha capito una beata mazza di quello che le è stato detto ! L’insalata NON contiene lattosio da nessuna parte. Avete mai visto un ceppo di lattuga con le mammelle???

E vi auguro buondì con questo pane !

 

Ciambellone di pane

INGREDIENTI:

450 g farina -200 grammi di farina 00 e 250 di manitoba-
270 ml di acqua tiepida
12 grammi di lievito di birra fresco -metà panetto-
10/12 grammi di sale
3 cucchiai di olio
10 grammi di zucchero
2 cucchiai di farina + quella per stendere l’impasto

PROCEDIMENTO:

  • sciogliete il lievito nell’acqua tiepida, aggiungere lo zucchero,  i due cucchiai di farina e i tre di olio
  • mescolate velocemente con una forchetta e aggiungete la farina
  • in ultimo mettete il sale ed impastate almeno 10 minuti fino a quando non vedete l’impasto bello incordato sul gancio
  • ora mettetelo a lievitare fino almeno al raddoppio del volume di partenza
  • stendete l’impasto con un pochino di farina sul piano di lavoro e formate più o meno un quadrato
  • tagliate 3 listoni e arrotolateli su loro stessi
  • ora create una treccia con questi 3 filoni e mettetela a lievitare ancora 20 minuti nello stampo
  • cuocete a 200 gradi per 10 minuti e poi abbassate a 180 per altri 20 minuti.  Ovviamente i tempi di cottura cambiano da forno a forno !

CREMA PASTICCERA ricetta di Iginio Massari (senza lattosio, senza latticini)

La crema pasticcera è la base di partenza di innumerevoli quantità di ricette, ci si può fare davvero di tutto ed aromatizzarla in mille e più combinazioni. Farla partendo da una bevanda vegetale e non da un latte intero non è sempre di facile riuscita, con questa ricetta invece si va sempre a colpo sicuro. Vi lascio comunque le alternative per farla sia con il classico delattosato che con le bevande vegetali, se la volete particolarmente aromatica vi consiglio la bevanda di mandorle. Se la volete più neutra quella di riso. Se la volete più grassa , quindi calda e corposa usate la bevanda di cocco.

 

Crema pasticcera senza lattosio

 


INGREDIENTI :

500ml di latte delattosato 0,01% oppure 500 ml di bevanda vegetale
130 grammi di zucchero
125 g di tuorli ( circa 5)
40 g di amido di riso se usate un delattosato oppure 40 g di amido di mais se usate una bevanda vegetale poco acquosa, altrimenti 41/42 g con le bevande moooooooolto slavate ( passatemi il termine)
2 baccelli di vaniglia
scorza di limoni non trattati qb

PROCEDIMENTO:

per il procedimento vi lascio il link del video che il grande maestro ha registrato per Giallo Zafferano.

 

Vi lascio anche la bellissima, utilissima e super esaustiva masterclass di Iginio Massari proprio sulla crema pasticcera:

PANPESCATO (senza lattosio, senza latticini)

Panpescato, pandolce, panbriocheAvete presente quando partite con tutte le buone intenzioni per far mangiare vostra figlia e lei al primo mezzo cucchiaio ti sputa tutto e si rifiuta di mangiare categoricamente?! Ecco, è andata così l’altro giorno con l’omogenizzato di pesca., così ho deciso di usare quei 100 grammi di rifiuto per fare un pan dolce!

 


INGREDIENTI:

350 grammi di farina ( io ho usato 150 g di khorasan e 200 di manitoba )
70 ml di bevanda di riso senza zuccheri aggiunti ( ma va bene qualsiasi bevanda vegetale)
50 g di zucchero extrafine
100 g di purea di frutta alla pesca (o il gusto che preferite)
1 uovo
1 cucchiaino di sale fine
12 grammi di lievito di birra fresco ( mezzo panetto)
30 grammi di olio

 

PROCEDIMENTO:

  • Scaldare qualche istante la bevanda vegetale al microonde
  • unire la farina, la bevanda , lo zucchero e il lievito e mescolare appena appena
  • mettere i restanti ingredienti e impastare 10 minuti
  • mettere a lievitare fino al raddoppio del proprio volume in luogo asciutto e privo di correnti di aria, coperti da pellicola e canovaccio umido
  • stendere l’impasto , arrotolarlo e tagliarlo con il tarocco in 6 pezzi
  • imburrare la teglia , io uso l’olio ovviamente
  • Pandolce, panbrioche, panpescato
  • mettere i 6 pezzetti uno accanto all’altro nella teglia e rimettere a lievitare fino a quando non avrà superato il bordo della teglia
  • Panpescato, pandolce, panbrioche, senza lattosio
  • infornare a 180 gradi per circa 20 minuti ma fa sempre riferimento la prova stecchino che deve essere asciutta
  • lasciar raffreddare
  • Pandolce, panbrioche, panpescato, senza lattosio
  • tagliare a fettine e farcire a vostro piacimento.
  • Su instagram al sondaggio “ci spalmo la marmellata o la nocciolata ha vinto ovviamente la nocciolata. Se amate come me le nocciolate amare vi consiglio l’amarissima di Oggi Gelato che è super. Mio marito ha pensato bene invece di farci un hamburger !

STELLE FILANTI (senza lattosio, senza latticini)

Stelle filanti di carnevale senza lattosio 136F85E7-AE77-47C3-9A35-3CD24BE0AAE0

Stelle filanti di carnevale
INGREDIENTI per un paio di vassoi di chiacchiere:

400 g di farina 00
100 g di frumina
50 g di strutto fuso (se non l’avete mettete 60 grammi di burro senza lattosio 0.01% oppure 48/50 g di olio )
100 g di zucchero
2uova + 1 tuorlo
Due cucchiai  di rum o mezzo cucchiaino di essenza
50 ml di latte senza lattosio ( o bevanda vegetale che preferite)
1 pizzico di sale
coloranti a piacere , meglio se naturali , controllate sempre che siano anch’essi senza lattosio

 

1 litro di olio per friggere
zucchero a velo per decorare

 

PROCEDIMENTO:

  • Impastate la  farina, la frumina, lo strutto  ,  lo zucchero, le uova, il sale, e il rum fino a quando non saranno ben amalgamati.
  • dividete in 3 panetti e colorateli a seconda del vostro gusto personale
  • Con l’ausilio di una tira pasta formate delle sfoglie molto sottili e poi a tagliatelle.
  • Stelle filanti di carnevale
  • avvolgete le tagliatelle intorno ad uno stampo per cannoli
  • Stelle filanti di carnevale senza lattosio
  • Mettete abbondante olio in una padella con i bordi alti e preferibilmente d’acciaio ( così tiene meglio la temperatura dell’olio) . Quando l’olio sarà ben caldo tuffateci le chiacchiere e fate cuocere fino a doratura. Mettetele su vari fogli di carta assorbente e quando saranno fredde spolverate con zucchero a velo.

 

Per sapere se l’olio è caldo al punto giusto mettete uno stuzzicadenti dentro e se vedete che fa le classiche bollicine intorno al legno vuol dire che è pronto!

Se odiate l’odore di fritto che permane in casa troppo a lungo, appena finito di friggere buttateci dentro ( attente agli schizzi) un paio di fettine di arancia e magari anche una stella di anice , oppure delle gocce di essenza e vedrete che l’odore non vi nauserà così a lungo.Mentre per i capelli basta mettere un semplice asciugamano in testa 😉

In base al tipo e alla grammatura di uovo usato possono esserci delle piccole differenze con i liquidi, per cui se vi sembra troppo molliccio l’impasto aggiungete poca farina, al contrario se fate fatica ad impastarlo aggiungete qualche ml di bevanda vegetale o acqua.

 

PAN DI SPAGNA di Iginio Massari (senza lattosio, senza latticini)

Pan di spagna senza lattosio

 

Niente di più semplice e buono !

 

INGREDIENTI:

6 uova
180 g di zucchero
120 g di farina 00
60 g di fecola di patate

 

PROCEDIMENTO:

  • montare le uova con lo zucchero fino al triplicare del loro volume iniziale , almeno 20 minuti di solito
  • setacciare due volte la farina e la fecola e aggiungerle delicatamente alle uova
  • mettere in due stampi da 18 cm di circonferenza e cuocere a 180 gradi per 22 minuti. Ovviamente fa sempre fede la prova stecchino.
  • lasciare raffreddare bene prima di levarlo dalla teglia e tagliarlo.

CREMA DI AVOCADO ( senza lattosio)

Crema di avocado senza lattosio e senza glutine
Una crema semplice e golosa da spalmare sui crostini?! Eccola!

Ingredienti :

Un avocado piccolo maturo
100 g di yogurt greco senza lattosio
Uno scalogno senza buccia
Succo di mezzo bergamotto senza semi ( o l’agrume che vi pare tant è istess)
Sale e pepe qb ( meglio se appena macinati ma tant è istess)

Procedimento super difficile:

Mettere tutto nel tritatutto , escluso il seme e la buccia dell’avocado ovviamente ( si sa mai) e rendere a crema .

Spalmare sui bei crostoni di pane croccanti , magari aromatizzati e saltati in padella , aggiungere magari del salmone senza pelle o dei gamberi senza carapace e gambettine e servire.

Se avanza vi ricordo che l’avocado tende a ossidarsi quindi copritelo bene a contatto con la pellicola !

Ps: lo yogurt ci va quello greco e basta, gli altri non vanno bene perché deve essere bello compatto e senza zuccheri altrimenti vi esce la crema gusto saponetta o Svelto!

MILLEFOGLIE BARBABIETOLE E MOZZARELLA

Si sa, durante le feste si è sempre di corsa, tra preparare il ragù, l’arrosto , il dolce e tutto il resto il tempo per fare altro è difficile da trovare così vi lascio un’idea velocissima, soprattutto per chi ama il sapore intenso della barbabietola .

Millefoglie di barbabietola

INGREDIENTI:

2 mozzarelle senza lattosio

Una barbabietola precotta

Olio

Sale&pepe

Menta

PROCEDIMENTO:

  • Tagliare con la mandolina la barbabietola a fettine ( ocio alle dita che rosso per rosso non si nota nemmeno !)
  • Tagliare la mozzarella
  • Condire entrambe con olio, sale, pepe e menta
  • Servire alternando le fettine.

CIAMBELLONE BARBABIETOLE, VANIGLIA E GOCCE DI CIOCCOLATO (senza lattosio, senza latticini)

La ricetta l’ho presa e riadattata un pochino dalla mitica Sonia Peronaci , aspetto sempre che mi inviti a uno dei suo fantastici eventi anche se io non ho mai fatto parte di Giallo Zafferano, sono illusa, lo so, che ci posso fare?!

Era da tanto che volevo farla ma da qualche mese il tempo è davvero poco e tendo a cucinare cose banali e veloci spesso e volentieri, oggi no, mi sono fermata un attimo e mi sono presa il tempo per dedicarmi a ciò che amo, la cucina, così ho fatto finalmente questa ricetta .

Mi aspettavo di sentire molto il gusto terroso delle barbabietole invece sono rimasta piacevolmente stupita dal suo sapore unico e avvolgente.

Ciambella senza lattosio con barbabietole e gocce di cioccolato

INGREDIENTI:

barbabietole lessate 400 g
olio di semi di mais 230 g
zucchero semolato 220 g
uova medie 3
farina 00 240 g + q.b. per infarinare le gocce  ( IO NE HO USATA 270 g)
lievito chimico in polvere 16 g
cacao amaro in polvere 30 g ( IO NON L’HO MESSO)
vaniglia 1 bacca ( IO HO USATO UN CUCCHIAINO DI VANIGLIA  BOURBON LIQUIDA)
gocce di cioccolato fondente senza lattosio 130 g

  PROCEDIMENTO:
cliccate sul link qui : torta di barbabietole 

NACHOS ( senza lattosio, senza latticini)

Per questo capodanno vi propongo una ricetta da “spizzicare” in attesa del cenone , in quei momenti in cui si accolgono gli ospiti ma è ancora troppo presto per cenare.

INGREDIENTI:

150 g + 40 g di farina gialla ( io ho usato quella per polenta integrale)
150/200 g di acqua ( dipende dalla trama della farina)
Sale qb
Spezie ed erbe aromatiche a piacere ( io ho messo rosmarino e paprika)

PROCEDIMENTO

  • Salare appena appena la farina
  • Aggiungere poco per volta l’acqua alla farina fino a quando non diventa della consistenza del pongo
  • Lasciar riposare mezz’oretta
  • Tagliare fine le erbe aromatiche
  • Mettere in una ciotolina i 40 g di farina, la paprika e il rosmarino
  • Stendere tra due fogli di carta forno l’impasto
  • Quando è quasi ben livellato cospargere con la farina entrambi i lati e arrivare ad uno spessore di 2/3 mm sempre usando la carta forno
  • Tagliare con un coppa pasta abbastanza grande e poi tagliare a fette
  • Friggere in padella con poco olio per qualche istante fino a quando non diventano croccanti
  • Tamponare l’eccesso con lo scottex e servire magari con la salsa messicana!

CROSTATA ALLA CREMA (e intervista! )

In questi giorni mi ha intervista Alice di Rolling Pandas (https://www.rollingpandas.it/)

Qui la mia intervista: https://www.rollingpandas.it/blog/storie-di-viaggiatori/interviste-del-panda/racconti-in-valigia-mabka-it-aiutare-i-nuovi-e-smarriti-intolleranti/ ⬅️

Per l’occasione ho rispolverato due tabù in uno per noi intolleranti, la frolla e crema pasticcera!

Vi lascio qui la ricetta

INGREDIENTI:

Una base di frolla pronta senza lattosio, io uso Stuffer .

Per la crema pasticcera :

500 ml di bevanda di mandorla

85 g di zucchero

4 tuorli

Vaniglia

38/40 g di amido di riso

Frutta a piacere e menta a guarnire

PROCEDIMENTO:

  • Sciogliere una noce di olio di cocco e spalmarlo sulla teglia che poi andrà infarinata , se avete l’olio staccante va bene anche quello
  • Stendere la frolla nello stampo e cuocerla in forno per circa 20/25 minuti a 180 gradi o fino a leggera doratura
  • Preparare la crema pasticcera montando i rossi con lo zucchero e la vaniglia fino a sbiancare
  • Aggiungere l’amido di riso setacciato e mescolare bene
  • Aggiungere a filo la bevanda di mandorla fatta scaldare sul fuoco
    Rimettere tutto il composto nel pentolino e girare fino a quando non si sarà addensato ( con l’amido di riso ci mette poco)
    Versare in una teglia e far raffreddare coperta dalla pellicola
    Adagiare sulla frolla
    Lavare bene la frutta e metterla sulla crema pasticcera