Archivi categoria: PIATTI ESTIVI

ORATA ALLA PIASTRA CON ZUCCHINE, DAIKON E SALE AFFUMICATO (senza lattosio, senza latticini)

Orata alla piastra

Era da tempo che avevo voglia di farmi l’orata alla griglia ma fa talmente caldo che la voglia di accendere il bbq è svanita in un attimo. Così ho ripiegato su qualcosa di più veloce, la semplice piastra dei fornelli e una cottura davvero velocissima. Ho aggiunto a fine cottura il lemongrass e il sale affumicato che mi ha gentilmente mandato ITALPEPE che unito alle zucchine, al daikon e ad un olio ( Muaje che mi ha gentilmente mandato DESTINATION GUSTO ) super hanno fatto davvero la loro sporca figura!

 

Orata alla piastra con lemongrass e sale affumicato

INGREDIENTI:

2 filetti di orata puliti, chiedete in pescheria se vi aiutano se non avete tempo o voglia di farlo voi, altrimenti lavatele bene, levate la testa e la lisca ed evisceratele
qualche fettina di daikon
una zucchina tagliata finissima col pelapatate
lemongrass
timo
sale affumicato
olio
pepe bianco

PROCEDIMENTO:

  • tagliare col pelapatate le zucchine a fettina sottilissime
  • sbollentatele in acqua salata , scolatele ed arrotolatele
  • tagliate delle fettine di daikon e conditele col olio e sale
  • mettete sulla piastra calda l’orata tagliata a pezzettoni, spennellatela con l’olio e cuocetela per pochi attimi
  • una volta cotta grattate il sale affumicato sopra ed assemblate il piatto a vostro piacimento unendo poi le spezie a crudo.

Orata alla piastra

FRITTELLE DOLCI CON FIORI DI ZUCCA E RIBES

Frittelle dolci di fiori di zucca
Frittelle dolci di fiori di zucca

Io odio la TV, l’unica cosa che guardo – guardavo- erano le serie TV , tutto il resto per me è sempre stato un inutile rumore di sottofondo che dopo 10 minuti mi da ai nervi. Io??? NON farò mai vedere la tv a mia figlia, mai mai mai, categorico eh, MAI.

Mangia solo con Masha e orso .

Non lo so perché ma lo immaginavo come un cartone vagamente sobrio e istruttivo. NO. C’è sta marmocchietta pettinata a scopettone del giardino che i vestiti li cambia solo quando Orso, animale notoriamente atto al babysitting gratuito di umani, glieli crea in un nanosecondo perché lei è talmente zozza da fargli pena. Sta Masha vive da sola in una casa in mezzo al bosco con il treno che le passa in giardino , un maiale che  ascolta la musica con le cuffiette come 30 anni fa e ha una pozzanghera profonda quanto la fossa delle Marianne, poi ci sono capretta grigio topo e un cane che vivono nella cuccia del cane come dentro alla borsa Mary Poppins. I genitori ad oggi non sono pervenuti, considerando che ha 6 denti , cammina e scassa all’inverosimile la ubicherei tra l’anno e l’anno e mezzo , abbandono di minori insomma.

Vabbè sta SO —— scassa olive —–  attraversa un prato di girasoli e arriva a casa di Orso, una villa a due piani con tanto di poltrona, caminetto e TV, si sa che gli orsi amano guardare Uomini e Donne con la Defilippi, ha un box che contiene il mondo, giochi di prestigio, cassette per gli attrezzi, macchine da cineripresa,  set fotografici, materiale per la pittura professionale, caschi da parrucchiere e tanto altro, compresa una tarma che gli mangia mezza casa nonostante lui abbia anche l’uranio impoverito per abbatterla. é innamorato di Orsa, sta bambolona con l’ombrello sempre aperto che sculetta come se fosse Belen ma col fisico di Maurizio Costanzo. La missione di Orso è rimorchiare sta culona e salvare Masha da due temibili LUPI che vivono in un’ambulanza  fermata solo da alcuni sassi sopra ad una collina con una pendenza del 99% circa. Vorrei tanto vederli di prima mattina mezzi addormentati come fanno ad aprire il portellone ed uscire senza morire a valle. Il tutto condito da sto coniglietto che passa le giornate a rubare carote, sempre nello stesso punto e sempre allo stesso punto di maturazione con la grande ambizione di farsi una parrucca blu come Marge Simpson.

Per completezza ho visto solo 10 puntate, ditemi che migliora, vi prego, intanto mi consolo almeno con le frittelle.

 

INGREDIENTI per circa 15 frittelle:

5 fiori di zucca o di zucchina puliti , lavati , ben tamponati e tagliati a listarelle ( quelli di zucca sono più delicati come sapore )
2 cucchiai abbondanti di farina
1 cucchiaio raso di zucchero
1 uovo
Un pizzico di sale
Una puntina di lievito
Un rametto di ribes rossi lavati , puliti e tamponati con lo scottex

+ l’olio per friggere e lo zucchero post frittura ( un cucchiaio circa)

PROCEDIMENTO:

    • sbattete bene l’uovo, aggiungete la farina e lo zucchero, poi il lievito e i fiori
    • in ultimo unite i ribes
    • una volta che gli ingredienti sono ben amalgamati mettete a scaldare l’olio – è pronto quando appoggiando lo stuzzicadenti si formano le bollicine intorno- e con l’ausilio di un cucchiaino mettete il composto nell’olio
    • Mettetene poche per volta e giratele quando prendono colore
    • Scolatele, tamponatele con lo scottex velocemente e passatele nello zucchero

 

Ps : coi ribes schizza un pochino l’olio ma se usate una pentola coi bordi alti non c’è problema, non sono fondamentali ma sgrassano molto bene il sapore in bocca e stanno bene insieme alla frittura.

ps: la frittura deve avvenire in abbondante olio.

RISOTTO CON CREMA DI ZUCCHINE E GAMBERI (senza lattosio, senza latticini)

Riso del delta del Po

 

Avevo il vago sentore che questo riso fosse qualcosa di favoloso e in effetti lo è stato davvero, mantiene la cottura in modo divino, i chicchi stanno ben sgranati e il sapore è meraviglioso. Che questa collaborazione fosse una bomba ve l’avevo già preannunciato e ve ne do ancora una volta conferma, questo riso lo trovate su l’e-shop di Destination Gusto!!

Riso gamberi e zucchine
Risotto gamberi e zucchine con riso del Delta del Po

INGREDIENTI:

140 grammi di riso
10 gamberetti
una zucchina
vino bianco qb
500 ml di brodo fatto con le teste dei gamberi, una pezzetto di porro e la parte interna della zucchina
aglio e porro
un cucchiaio di panna di riso per dare cremosità ma si può anche omettere
olio
peperoncino
timo meglio se quello cedrino/limonato
sale & pepe

PROCEDIMENTO:

  • pulire bene i gamberi dal carapace e con cura levare anche l’intestino che rilascia sia l’amaro che la sabbia
  • lavare bene la zucchina e prelevare solo la parte esterna
  • passare nel frullatore ad immersione la zucchina a crudo con l’olio, il sale e il pepe
  • mettere a rosolare l’aglio e il porro in padella con l’olio
  • aggiungere il riso e sfumare con il vino appena sarà ben rosolato
  • aggiungere il sale, il timo e il peperoncino a vostro piacere
  • continuare la cottura aggiungendo poco alla volta il bordo di teste e verdure filtrato
  • tagliare i gamberi a pezzetti piccoli tenendone da parte qualcuno più grosso
  • 5 minuti prima della fine della cottura aggiungerli al riso
  • a cottura ultimata immettere  un cucchiaio di panna di riso e lasciar riposare qualche istante
  • assemblate il piatto mettendo prima il risotto e poi i gamberi tagliati più grossolani, mettete poi la crema di zucchine a crudo e  se l’avete la polvere di arancia ( che ho dimenticato di aggiungere)

 

44938ADF-B80A-4BF5-9ED0-F027AF151CCE

MINI GELATI (senza lattosio)

Con gli avanzi della torta di compleanno per mio marito cosa potevo farci? Ovviamente questi micro gelati! Si preparano e si mangiano in un attimo!

Biscotti gelato alla vaniglia

INGREDIENTI:
Base per frolla – ricetta qui – oppure qualsiasi biscotto secco con una forma semplice e senza lattosio

250 g di mascarpone 0,01%

200 ml di panna vegetale zuccherata

Vaniglia qb

Granella di mandorle/nocciole/meringa/cioccolato o quel che avete

PROCEDIMENTO:

  • Lavorate il mascarpone fino a diventare crema, potete anche aromatizzarlo con il rum o la vaniglia

  • Montate a neve la panna

  • Incorporatela al mascarpone in modo delicato

  • Mettete il composto in una tasca da pasticcere e versatelo sopra ad un biscotto, distribuitelo bene e chiudete con l’altro biscotto.

  • Definite bene i bordi e passateli nella granella

  • Mettete i mini biscotti in freezer per 12/24 h dentro a un contenitore ben chiuso

INSALATA DI POLLO CON FRAGOLE E POLVERE D’ARANCIA ( senza lattosio, senza latticini)

Questa ricetta rappresenta lo zero sbatti più assoluto, il livello di difficoltà direi che si aggira sullo zero , anzi sullo zero assoluto ( che corrisponde a -273,15 per chi non lo sapesse). Questa è una semplice insalata di pollo aromatizzata all’arancia, basta aggiungere un pezzo di pane, magari integrale se è possibile, e avete il pranzo non solo completo ma anche salutare.

Insalata di pollo

INGREDIENTI:

mezzo petto di pollo
insalata qb ben lavata
10 fragole ben lavate
Succo di mezza arancia
polvere di arancia – se non l’avete va bene la buccia grattata di un’arancia non trattata
olio
sale & pepe

 

PROCEDIMENTO:

  • lessare il pollo in abbondante acqua salata per circa 30 minuti
  • lasciare raffreddare e tagliare a pezzettini piccoli
  • condire il pollo con una “orangette” fatta con olio, pepe e succo di arancia e lasciare riposare circa mezz’oretta
  • intanto lavare bene, anzi benissimo l’insalata, tagliarla a pezzetti
  • aggiungere le fragole ben lavate, anzi benissimo
  • condire con olio, sale e pepe
  • aggiungere il pollo
  • aggiungere la polvere di arancia.

 

CREMA DI ZUCCHINE E PORRI ( senza lattosio, senza latticini)

Mi sono arrivati da BIOEXPRESS delle verdure fantastiche, con una colorazione ed una freschezza impagabili, tra queste ho scelto il porro e la zucchina per fare questa crema base per condire la pasta, gli gnocchi, i ravioli o semplicemente da fare la scarpetta col pane.

Crema di zucchine e porri

INGREDIENTI:

una zucchina grossa
circa 1/3 di porro
3/4 foglioline di menta piperita
succo di mezzo limone
4 cucchiai di olio evo
peperoncino a vostro piacere

PROCEDIMENTO:

  • Lavate bene le zucchine e tagliatele a pezzetti grossolani
  • mettete a rosolare il porro tagliato sottile in padella con poco olio
  • aggiungete le zucchine, la menta, il sale e il peperoncino
  • lasciate cuocere a fiamma bassa, aggiungendo acqua se serve, e una volta cotto passate il tutto con il frullatore a immersione
  • aggiungete il succo di limone e l’olio restante
  • ora usatelo a vostro piacimento

ANTIPASTI DI PASTA FILLO (senza lattosio, senza latticini)

Sono facili, velocissimi e super sfiziosi!

Cestini di pasta fillo

INGREDIENTI per circa 30 mini cestini

una base fillo pronta senza lattosio
due pomodori grossi
160 grammi di tonno in lattina sgocciolato
4 cucchiai di maionese
menta
erba cipollina
olio
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

  • mettete l’olio in infusione con l’erba cipollina qualche ora
  • preparate prima di tutto i cestini, spennellate gli strati con l’olio aromatizzato all’erba cipollina ( qui vi lascio come farli CESTINI DI FILLO )
  • amalgamate grossolanamente il tonno con la maionese, aggiungete il pepe e un pizzico di sale
  • lavate e tagliate a dadini i pomodori, conditeli con un filo d’olio, sale e pepe
  • poco prima di servire farcite i cestini freddi con la “salsa tonnata” e  sopra i pomodori guarnendo con una foglia di menta o di erba cipollina

 

GAMBERI E ARANCE (senza lattosio, senza latticini, senza glutine)

Gamberi e arance, senza lattosio e senza glutine

Facilità allo stato puro, unito alla freschezza e alla velocità di realizzazione!

INGREDIENTI per ogni piatto:

5 gamberi
mezza arancia bella succosa
due pomodorini
olio
sale
peperoncino
timo

PROCEDIMENTO:

  • Pulire bene i gamberi avendo cura di levare anche l’intestino
  • lessarli in abbondante acqua appena salata per pochi minuti
  • marinare in una citronette – orangette?? – fatta con il succo di arancia, l’olio, il timo limonato e il peperoncino
  • tagliare a vivo l’arancia
  • lavare bene i pomodori , tagliarli a fettine e condirli
  • assemblare il piatto a vostro piacimento!

PASTA RICOTTA E PEPERONI ( senza lattosio)

Pasta ricotta e peperoni senza lattosio

 

Che mi piaccia la ricotta è davvero una novità, c’è in commercio forse da 3 o 4 anni senza lattosio, ma l’ho sempre lasciata al banco frigo del supermercato convintissima che fosse granulosa e poco gradevole. Invece , sia nel dolce che nel salato non è affatto male, certo non mi fa sbarellare ma da quel tocco di cremosità in più che in molti piatti aiuta!

Ps: qualcuno sa come si chiama questo formato di pasta?

INGREDIENTI:

200 g di pasta a vostra scelta
Mezzo peperone rosso
Mezzo peperone giallo
2 cucchiai di ricotta senza lattosio
Uno scalogno
Olio
Sale
Pepe

PROCEDIMENTO:

  • Lavare bene i peperoni, levare l’interno, i semini e mi raccomando la parte bianca che lascia sempre una nota amara
  • Tagliare lo scalogno a fettine sottili e metterlo a rosolare in padella con un filo di olio
  • Fare una piccola dadolata con i peperoni ed aggiungerla alla cipolla
  • Aggiungere sale e pepe e far cuocere aggiungendo poco alla volta l’acqua di cottura della pasta
  • Lessare la pasta in abbondante acqua salata
  • Scolarla e metterla in padella con i peperoni
  • Aggiungere i due cucchiai di ricotta e una volta sciolta bene spegnere e servire !

Se fate fatica a digerire i peperoni scottateli al forno e levate la pelle, così ne risulteranno più facilmente digeribili!

CANDIED ORANGE PEEL DAY – SCORZETTE DI ARANCE CANDITE – (senza lattosio, senza latticini)

Una ricetta semplice, veloce e all’insegna della mia attuale filosofia #zerosbatti . Con questa ricetta festeggio insieme ad altre blogger lactose free la giornata mondiale dedicata alle scorzette di arancia candite alias  #candiedOrangePeelDay 

insalata di totani e arancia senza lattosio, senza glutine

INGREDIENTI:

300 g di totani
una arancia
una manciata di insalata  (va bene lo spinacino, la lattuga o delle semplice misticanza)
pepe
un cucchiaino di zucchero
olio & sale

 

PROCEDIMENTO:

  • lavare bene l’insalata, asciugarla e condirla appena appena a parte
  • pulire i totani, tagliarli a pezzetti e lessarli in abbondate acqua salata per una quindicina di minuti
  • tagliare la buccia della arancia con il pela patate e ricavarne delle striscioline
  • mettere le strisce di arancia in padella con un cucchiaino di zucchero, una volta che questo si è rappreso toglierle dal fuoco e metterle a raffreddare sulla carta forno
  • scorzette di arancia candite, candied orange peel
  • scolare i totali, condirli con metà succo d’arancia, olio, pepe e aggiustare di sale in caso manchi
  • tagliare a nudo degli spicchi di arancia (levate bene la pellicina)
  • assemblare il piatto unendo tutti gli ingredienti!