Archivi categoria: Senza categoria

IL MONDO DELLE INTOLLERANZE

Insugurazione mondo intolleranzeOggi vi parlo di Donne , quelle con la D maiuscola, quelle che con la testardaggine e la costanza hanno ottenuto così tanto da doverle solo che ammirare. Una è Maria Sole Facioni e l’altra è Tiziana Colombo. Una,  Maria Sole , che da zero e un sogno ha fondato Aili , la prima associazione che si occupa di noi intolleranti al lattosio e lo fa in toto , dalla ristorazione ai prodotti della grande distribuzione, dall’etichettatura alle analisi degli alimenti, dagli integratori allo sfatare miti e leggende e lo fa con VERE basi scientifiche. L’altra , Tiziana, che da zero e un sogno ha inaugurato oggi “ L’accademia delle intolleranze” , uno spazio interamente dedicato alla formazione degli chef e del personale, alla divulgazione di cosa sono veramente le intolleranze , di come gestirle e gestire un cliente e anche alla divulgazione delle nozioni base per noi “non addetti ai lavori” pensate anche solo le nonne, le zie , i parenti che non capiscono come un pezzo di pane possa far star male il nipote celiaco. Come un pomodoro, frutto base della cucina italiana,  possa dar fastidio seriamente a una persona allergica al nichel. All’amico che non capisce che noi intolleranti al lattosio stiamo male veramente, anche se non rischiamo la vita , che quando si hanno 10 scariche al giorno nemmeno a lavorare si riesce ad andare sereni , e non serve stare sul nostro amico trono, si sta piegati in 2 dai dolori anche senza di lui, e tutto perché tu non capisci che il burro , anche se per te è poco, a noi fa male davvero. 

Io, da semplice intollerante non posso che condividere la straordinarietà di chi fa , di chi si mette in gioco, di chi ci prende sul serio, di chi non ride del fatto che non possiamo mangiare questo-quello e quell’altro, di chi lo fa con il cuore. Di chi non ti propone come alternative le farfalline , davvero quelle piccole dei bambini, con la passata di pomodoro ,direttamente dal frigo,  sopra – non avete idea di quanti ristoranti me le hanno date!! – Forse sono di parte e questi eventi li vedo sacri, ma vi assicuro che per me , che ho passato l’infanzia e l’adolescenza piegata in 2 dai dolori, a svenire per quanto fossero forti le coliche,  è un lusso. Un vero lusso. Quando non esisteva, quando ti dicevano che se non mangiavi latticini non crescevi, quando toglievi la mozzarella dalla pizza ( non esisteva assolutamente la delattosata o vegetale) gli amichetti ti deridevano – già perché questa banalità te la ricorderai per la vita- quando anche gli addetti erano convinti che noi non contassimo niente, che non esisteva sta cosa, che era impossibile che il latte tanto elogiato potesse rovinare le giornate così alle persone, quando eravamo i famosi malati immaginari . Ecco, io che l’ho vissuta per molti anni non posso non ammirare chi ha dato voce ed esistenza a noi, chi finalmente nel 2011 ha lottato per far mettere l’obbligo in etichetta di tutti gli allergeni per tutelarci ( è forse un caso che da lì ho smesso di star male ??) , chi ha capito le nostre necessità, chi garantisce con studi e analisi i prodotti adatti a noi, gli enti che hanno un occhio di riguardo per noi , le figure mediche che si rapportano con noi in modo serio e scientifico evitando di dire vere e proprie fesserie o infinocchiarci per guadagnarci. 

Il mio grazie , più che sincero, da utente finale , e forse un po’ di parte,  va a loro! 

#grazie #intolleranzafottiti#Donne #strongwomen #womenspower

CADBB057-F080-4F84-B204-CF6834C26285

FA769A6E-33D8-469E-B9F6-4ED57741849F D859212F-A919-4625-9DC7-6925E228B029 C939F45B-522D-4557-8774-4C1F6D9AB72E 722B5D9F-ACC8-48CF-85C7-9DCB5321F5D9 3E3B9443-3425-4A5F-8D88-1EE5EA222AA2 411ECF63-A643-4B0F-865C-A022830DDD39 629F45A9-AF19-4CAE-95D1-33FFF266CDA6 31F04F91-6676-435E-8901-D2FCE89559C3 748C8F81-510C-4A71-A384-3D0D1A56DA53

BRISEE CON CREMA DI ZUCCHINE E PANCETTA (senza lattosio)

86835167-8C01-4854-A95A-74DFF0C382CC

INGREDIENTI:

1 cipolla
2 zucchine
1 etto di pancetta
1 etto di robiola senza lattosio o ricotta senza lattosio
erba cipollina
olio
sale & pepe
una confezione di brisèe senza lattosio (io uso Stuffer)

 

PROCEDIMENTO:

  • Taglio la cipolla a fettine e la rosolo insieme a 50 grammi di pancetta con un filo d’olio
  • Aggiungo le zucchine ben lavate e tagliate grossolamente
  • Aggiusto di sale e pepe e aggiungo l’acqua lasciandole cuocere circa 10 minuti
  • Rendo a crema passandole nel frullatore ad immersione
  • Una volta raffreddata aggiungo a questa crema 100 g di ricotta senza lattosio
  • Creo dei guscetti con la brisèe tagliando con un coppa pasta tondo e mettendoli sullo stampo al contrario con una leggera spennellata di olio.
  • Lascio cuocere 10 minuti circa in forno ventilato a 180 gradi, o almeno fino a che non risultano dorati.
  • Rosolo in una padella calda i 50 g di pancetta rimanenti
  • Assemblo mettendo dentro alla brisèe 2 cucchiaini di crema di zucchine e cipolle e al centro la pancetta rosolata, una gratatta di pepe e qualche fogliolina di erba cipollina ed è pronta

 

RISOTTO ZUCCA e ROSMARINO ( senza lattosio, senza latticini)

Risotto zucca e rosmarino senza lattosio

Il risotto con la zucca è un vero e proprio amore che ho sin da bambina, quando tutti alla domanda “ qual’è il tuo piatto preferito ? “ rispondevano la pizza, io rispondevo la zucca, la amo in ogni sua forma, in purezza al forno , condita solo con olio a crudo e sale, fatta a crocchette, a crema, a zuppa, a vellutata, nei dolci, ovunque!

 

INGREDIENTI :

2 tazzine da caffè di riso
2 fette di zucca saggiamente pulita da mio marito ( serviranno pur a qualcosa , no?!)
rosmarino
uno scalogno
sale
pepe
vino bianco
Se potete mangiarlo un cucchiaino di burro 0,01% di lattosio, o di robiola sempre 0,01% o del formaggio vegetale che preferite

 

PROCEDIMENTO:

  • tagliare la zucca a dadini piccoli
  • tagliare lo scalogno sottile e metterlo a soffriggere insieme alla zucca con l’olio per alcuni minuti
  • aggiungere il riso, tostarlo bene e sfumarlo con il vino a fiamma alta
  • una volta evaporato l’alcool abbassare la fiamma ed aggiungere il brodo vegetale ( io lo faccio semplicemente con carote, zucchine e cipolle)
  • aggiungere il rosmarino e finire la cottura
  • togliere dal fuoco e mantecare con burro o robiola lactose free
  • grattare il pepe in superficie e servire

AGRITURISMO IL CASCINETTO

Succhi senza zuccheri aggiunti, 100% frutta, senza lattosio, vegan

Oggi vi parlo di un’azienda che ho trovato per caso alla fiera “ Le forme del gusto” . Passando davanti a questo stand ho visto dei succhi di frutta e ho letto subito la scritta 100% frutta- ZERO zuccheri aggiunti, un connubio pressoché perfetto . Faccio un altro giro ma non resisto alla tentazione di assaggiarli, così me li fa provare ed effettivamente sono eccezionali come sembravano!! Il gusto puro del frutto, la consistenza cremosa e per niente acquosa, l’autenticità del sapore. 

Chiacchierando con lei ho scoperto poi essere un agriturismo – fattoria didattica- che alleva struzzi, vende uova ( ma quanto è spesso un uovo di struzzo?!! 😱😱) e lavorati delle carni di struzzo, ma soprattutto organizzano giornate per tutta la famiglia consentendo loro di raccogliere la frutta autonomamente. 

Se vi ha incuriosito, e non sapete cosa fare nel week end, magari con i bambini, questa domenica e la prossima -7 e 14 ottobre- offrono un pranzo nel ristorante dell’agriturismo con menù a prezzo fisso e nel pomeriggio la raccolta mele direttamente dal frutteto per poi preparare nel loro laboratorio direttamente il succo di frutta!

Dove?! Vicino a Crema, all’agriturismo Il Cascinetto. 

https://m.facebook.com/ilcascinetto/

SPAGHETTI CON VONGOLE E CECI (senza lattosio, senza latticini)

Spaghetti ceci e vongole senza lattosio

Gli spaghetti con le vongole sono qualcosa di unico, la sapidità della vongola con il piccante del peperoncino li rende pressochè perfetti , ma avete provato ad aggiungerci anche la cremosità della vellutata di ceci?!

INGREDIENTI:

200 g pasta

per la vellutata di ceci
250 g di ceci sgocciolati e precotti
1 scalogno grosso
1 rametto si rosmarino
5/6 pomodori piccoli
peperoncino
olio
sale

per le vongole

300 g di vongole
Uno spicchio d’aglio
vino bianco
olio
prezzemolo

 

PROCEDIMENTO:

  • pulire lo scalogno e metterlo a tostare insieme a un filo d’olio
  • aggiungere i pomodorini e i ceci, salare, mettere il peperoncino e il rametto di rosmarino e coprire bene con l’acqua i ceci
  • lasciar cuocere a fiamma bassa fino a quando l’acqua non sarà quasi del tutto finita ( circa 20/30 minuti)
  • una volta cotta rendere tutto a crema con un frullatore ad immersione
  • Dopo aver fatto spurgare le vongole prenderle e sbatterle delicatamente nel lavello ( senza ammaccare il lavello nè spaccare la vongola) in modo che quelle ricche di sabbia si aprano e si possano individuare ed eliminare senza problemi
  • far aprire le vongole in una padella capiente con l’olio, sfumare con il vino bianco  , quando saranno aperte passare  il puccino nel colino a maglia stretta per evitare la sabbia
  • Lessare in abbondante acqua salata la pasta e unirla alle vongole, farla saltare in padella pochi istanti aggiungendo acqua di cottura , se serve,  e il prezzemolo
  • servire con un cucchiaio di vellulata di ceci

 

 

 

TARTARE COTTA DI TROTA (senza lattosio, senza latticini)

Sempre per la sezione #zerosbatti , cioè quelle ricette che si fanno in un batter d’occhio e senza troppe fatiche , vi propongo questa versione fredda della trota.

 

Tartare cotta di trota senza lattosio

INGREDIENTI:

una trota pulita ed eviscerata oppure un filetto già pulito di circa 250 grammi
una decina di pomodorini
2 rametti di timo
vino bianco
olio
limone
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

  • passare delicatamente il dito sul pesce per sentire se ci sono lische, in caso levarle con una pinzetta da cucina
  • lavare e tagliare i pomodorini in pezzi grandi
  • adagiare la trota su un foglio di carta forno
  • aggiungere un filo d’olio, 1 cucchiaio di vino bianco, sale, timo e i pomodori
  • chiudere la carta forno sopra al pesce in modo che cuocia uniformemente mantenendo bene il profumo degli aromi messi
  • infornare a 200 gradi per 15 minuti circa
  • far raffreddare, levare la pelle e tagliarle sia i pomodori in pezzi piccoli che il pesce a tartare
  • creare un’emulsione con l’olio, il limone  e il pepe e condire sia i pomodori che il pesce
  • se preferite potente anche “condirla” con un cucchiaino di maionese al pompelmo o alla paprika!

MERINGA CON CREMA DI RIBES e FRUTTA DI STAGIONE ( senza lattosio)

Meringa con frutta senza lattosio

Oggi vi presento la ricetta pensata per AILI,  sono partita pensando di fare una specie di pavlova con la frutta guarnita da una glassa golosa e acidula. Alla fine ho guardato cosa mi offrivano la dispensa e l’orto ed ho fatto tutt’altro!

INGREDIENTI:

Per la base

2 albumi  ( i miei pesati risultavano 65 grammi)
65 g di zucchero semolato
65 g di zucchero a velo
4/5 gocce di limone

per la crema di burro

60 g di zucchero a velo
15 g di burro senza lattosio 0,01%
ribes rossi leggermente tritati qb

Decorazione con frutta a piacere, in questo caso pesche e uva fragola più una grattata di buccia di limone

PROCEDIMENTO:

  • metto a montare gli albumi nella planetaria ( o con la frusta se non l’avete), quando saranno belli bianchi aggiungo in 3 step lo zucchero
  • Quando sarà tutto ben montato metto il limone e aggiungo lo zucchero a velo, amalgamandolo alla massa con una leccapentole in modo delicato.
  • Inserisco le meringhe in una sac a poche  e creo dei dischetti
  • inforno a 100 gradi  preriscaldato per 1 ora e lascio raffreddare in forno spento qualche altra ora ( io lo faccio la sera e le lascio raffreddare tutta notte)
  • preparo la crema di burro rendendolo a pomata, aggiungo lo zucchero e una volta amalgamato bene metto i ribes ad occhio, più o meno 2 cucchiaini ho messo qui, ma regolatevi voi in base alla consistenza
  • lavo bene la frutta, taglio la pesca a fettine sottoli e le arrotolo su se stessa formando delle piccole roselline, metto al centro la crema di burro , aggiungo la frutta e la polvere di limone, se non l’avete basta grattuggiarne la buccia da fresco. Decoro con quache fogliolina di menta.

 

Ne approfitto per ricordavi del Lactose/Gluten free expo a Rimini, dal 17 al 20 Novembre in cui mi troverete sicuramente in giro per la fiera! Per ulteriori informazioni vi lascio il link qui della loro pagina web!

 

BA80ADB1-D6F3-478D-8308-D76C3315A078

FOCACCIA ALL’UVA (senza lattosio, senza latticini)

Focaccia all’uva senza lattosio

 

La focaccia è una vera e propria passione che ho fin da piccola, immaginatela poi dolce, con gli acini d’uva che in cottura rilasciano i loro succhi creando un puccino che , associato al croccante della superficie , la rende davvero irresistibile !

Momento utilità :
L’uva non solo è ricca di vitamina A e B , contiene zuccheri facilmente assimilabili che gli conferiscono un alto valore calorico .

Le sue proprietà?

🍇 energetico
🍇 rimineralizzante
🍇 favorisce il drenaggio quindi è anche disintossicante
🍇 stimolante
🍇 rinfrescante
🍇 diuretico

.. e attenzione attenzione …
L’uso esterno

RINGIOVANISCE LA PELLE

 

La ricetta non è mia ma ve la riporto lasciandovi poi il link della ricetta originale con il video. Lui ha usato la teglia grande , io solo per estetica lo stampo rettangolare , 10 x35  e ne escono  circa 4 !

 

INGREDIENTI:

 

700 g di farina 00
350 g di acqua
12 grammi di sale
10 g di zucchero
20 g di olio
3-4 g di lievito di birra secco

 

2-3 grappoli di media grandezza d’uva ( io ho usato l’uva fragola che ho nell’orto )
3-4 cucchiai di zucchero

 

PROCEDIMENTO:

  • sciolgiere il lievito nello zucchero ed aggiungerlo all’acqua mescolando bene
  • pesare la farina, unire il sale, mescolare bene ed aggiungere l’olio
  • unire i 2 composti e impastare per almeno 10 minuti con il gancio dell’impastatrice ( si può fare anche a mano, rassodate bene i muscoli delle braccia!)
  • dare una veloce impastata a mano e lasciare lievitare coperta da un canovaccio umido, lontano da fonti d’aria , fino al raddoppio ( fondamentale altrimenti vi lievita in pancia!!)
  • versare un filo di olio in teglia, stendere grossolanamente la pasta e lasciar riposare il tempo di pulire l’uva
  • stendere bene a mano l’impasto,
  • aggiungere l’uva e spolverare con lo zucchero
  • cuocere a 200 gradi per circa 20/25 minuti , regolatevi con il vostro forno, la superficie deve essere dorata e l’uva deve aver rilasciato i succhi.

Cliccate qui per andare sul video della ricetta di cookaround

PASTA PANCETTA E FICHI ( senza lattosio, senza latticini)

Questa ricetta me l’ha insegnata Silvia, una delle tante pazze ( è talmente fuori che per lei la ciambella NON ha il buco!!) tra le intolleranti che ho conosciuto nei vari gruppi di intolleranti!

Pasta pancetta e fichi

INGREDIENTI:

mezza cipolla rossa
una confezione di pancetta dolce senza lattosio
2 fichi maturi
olio
sale
pepe
peperoncino
PROCEDIMENTO:

  • tagliare la cipolla e metterla a rosolare con un filo di olio
  • aggiungere il peperoncino e  la pancetta e una volta sciolto il grasso aggiungere i fichi , senza buccia ovviamente.
  • quanto saranno diventati cremosi regolare di sale e pepe
  • Scolare la pasta lessata in abbondante acqua salata e amalgamarla alla crema , se serve aggiungete acqua di cottura saggiamente tenuta da parte !

PANATURA AROMATICA (senza lattosio, senza latticini)

Cotoletta con panatura aromatica senza lattosio

In Lombardia la cotoletta è una dei secondi di carne che vanno per la maggiore, la tipicità sta non solo nel taglio di carne , nel tipo di carne e nella cottura nel burro ( proibitivo per noi intolleranti) ma anche nella panatura – guai a chi mi tocca le cotolette!!- oggi però faccio uno strappo alla regola, più di uno, diciamo che la stravolgo 😅,  e vi propongo una variente arricchita di spezie ed insaporitori.

INGREDIENTI:

6 fettine sottili di vitello ( chiedere al macellaio se ve le fa già lui)
olio
pangrattato
sale & pepe
timo limonato
sesamo
erba cipollina
scaglie di lievito inattivo
1 uovo grande

PROCEDIMENTO:

  • preparare la panatura mischiando il pangrattato con 2 cucchiai di scaglie di lievito, un cucchiaino di timo, un cucchiaino di erba cipollina, sale e pepe qb

Cotolette con panatura aromatica senza lattosio

  • sbattete l’uovo con un pizzico di sale
  • fate una doppia panatura passando il vitello prima nell’uovo, poi nel pangrattato e ancora nell’uovo finendo con il pangrattato

Cotoletta con panatura aromatica senza lattosio

  • ora non rimane che friggere in olio di semi per pochissimi minuti ed è pronta.