Tutti gli articoli di admin

GRISSINI ALLA BARBABIETOLA


Grissini alla barbabietola

INGREDIENTI:

230 g di farina

70 g di olio di semi

30 g di acqua

70 g di barbabietola frullata

2 cucchiaini di lievito inattivo ( oppure parmigiano ben stagionato)

4 g di sale

Timo

PROCEDIMENTO:

  • Impastate bene tutti gli ingredienti formando un panetto

  • Stendetelo sulla carta forno e ricavatene delle striscioline

  • Infornate a 180 gradi ventilato per circa 20 minuti , la cottura come sempre cambia da forno a forno

MICRO MERINGHE ( senza lattosio , senza latticini )

Meringhe senza lattosio

Cosa fanno tutti quando avanzano gli albumi?! Le meringhe ovviamente! Se le volete belle asciutte evitate di farle in piena pianura padana nelle giornate di nebbione con quell’umidità al 163837% che vi si bagna anche il cassetto delle mutande .

INGREDIENTI:

albumi
zucchero semolato
zucchero a velo
2/3 gocce di limone
colorante qb

 

In che dosaggio vi starete chiedendo?! Basta pesare gli albumi e fare uguale grammatura si entrambi gli zuccheri.
Avete 100 grammi di albumi? Dovete preparare 100 g di zucchero a velo e 100 g di zucchero semolato.

Se le volete con delle striature colorate basta mettere le gocce di colorante nella sac a poche quando andrete a formarle.

PROCEDIMENTO :

  • Montate gli albumi alla massima velocità nell’impastatrice con il gancio a frusta o con la classica frusta
  • aggiungete in 3 step lo zucchero semolato e in ultimo quello a velo
  • unite qualche goccia di limone ( serve a mantenere un bel bianco)
  • mettete il composto nella sac a poche aggiungendo ogni tanto qualche goccia di colorante liquido
  • Formate le meringhe su una leccarda
  • infornate a 90/100 gradi ventilato per 70 minuti circa – dipende ovviamente dalla grandezza della meringa-
  • abbandonatele nel forno spento per qualche altra ora
  • quando si staccheranno da sole dalla carta saranno pronte
  • potete conservarle in un barattolo in un ambiente asciutto per circa una settimana .

GRISSINI AL PESTO (senza lattosio, senza latticini)

Grissini al pesto senza lattosio

Grazie al Covid-19 la categoria dei CC ha preso piede in modo incontrollabile e indomabile, è pieno di gente che non vede l’ora di scriverti per lamentarsi di qualcosa. O di qualcuno. Ma pure delle entità astratte.
Le entità astratte sono molto gettonate, soprattutto dai veneti.

C’è chi ce l’ha con l’inquilino del piano sopra perché sposta le sedie . Perché sposta i mobili. Perché guarda la tv. Perché parla. Perché apre le finestre. Perché respira .

Chi ce l’ha con quei gomblottisti dei macellai che nascondono l’ananas nella salsiccia senza dichiararlo. Chi non mette l’ananas nella salsiccia del resto.

C’è chi crede che sarà mangiato dal covid-19 stile pacman e appena uscirà di casa BAM verrà fagocitato, inglobato interamente in questa estroflessione e poi trasformato in un fantasmino tinta evidenziatore fluo. Un giorno vi racconterò del trauma da evidenziatore fluo.

C’è chi è in crisi perché non può andare al badudduSì a comprare le radici di agashhahsDÚ per fare il famosissimo ehuehdheDÚ, piatto ricco di sabbia e vitamine gassose nobili dei sassi . E non ditemi che non ne fate uso eh, è una priorità fondamentale nutrirsi di macroelementi immaginari in questo momento. Si mangia insieme al bamDÙ e poi ci si batte i pugni sul petto come i gorilla! #UnToccasana

C’è chi ti chiede se gli vendi i capelli.Perdonatemi ma su questo non ce la faccio ad aggiungere altro.

C’è chi cucina e mangia di continuo. E si lamenta che sta ingrassando, ma magna un po’ meno e scassa meno , no? Chi ti ha detto che ho voglia di ascoltare come metti lo strutto nell’insalata o come riattivi il potere dei semi delle fragole nel burro?! È un concetto troppo complesso per l’attivazione dei mie neuroni. Presevameli. Per favore.

Poi c’è chi ha il cane che si chiama BUGUDÙ ( nome di fantasia) da un buon 14 anni e lo chiama Federico ( nome di fantasia) da qualche giorno . Lei non si lamenta ma io quando la sento passare e chiama il cane con un altro nome non solo rido come una scema da sola 🤣ma mi rendo anche conto del grado di follia che serpeggia in giro.

E infine c’è chi sussura al rosmarino. Ma questa è un’altra storia che vi racconterò più avanti.

Se sopravviverà.

Se.

Ma.

Meglio pensare alla cucina va.
La ricetta è sempre la stessa dei crackers salati, solo un po’ rivisitata, avevo avanzato da pranzo circa un paio di cucchiai di pesto di zucchine e mandorle e ho deciso di dargli una degna sepoltura proprio nei grissini.

INGREDIENTI:

200 g di farina
80 g di acqua
50 g di olio
4 g di sale
2 cucchiai di pesto oppure mezza zucchina grattugiata
Rosmarino
Un cucchiaino di lievito inattivo – facoltativo-

PROCEDIMENTO:

  • Impastare bene tutti gli ingredienti fino a formare un panetto
  • stenderlo bene su una placca da forno rivestita da carta forno
  • tagliare le strisce molto sottili
  • infornare a 170/180 gradi per circa 15/20 minuti, controllate ad occhio la doratura
  • Grissini senza lattosio

 

 

FOCACCIA MORBIDA AL FORNO (senza lattosio – senza latticini )

Focaccia morbida al forno

Esiste merenda migliore di quella fatta con la focaccia?! Non credo proprio. 

INGREDIENTI: 

550 g di farina ( 00 e 0 )
300 g di acqua
14 g di sale
Un cucchiaino di zucchero
6 g di lievito di birra fresco
40 g di olio

Per la salamoia:

30 g di olio
30 g di acqua
Sale a occhio

INGREDIENTI:

Sciogliete bene il lievito nell’acqua tiepida con lo zucchero, aggiungete l’olio , la farina e in ultimo il sale

Impastate almeno 10 minuti, se usate l’impastatrice va bene quando è incordata bene.

Stendete su una teglia con un pochino di olio. Anche di gomito.

Mettetela a lievitare nel forno spento con un canovaccio umido abbandonata a se stessa fino al raddoppio, con questa temperatura ambiente ( circa 24 gradi) dalle 8:00 alle 16:00 ci ha messo .

Fate dei buchi in superficie e sbatteteci dentro la salamoia delicatamente. Sbatteteci e delicatamente forse non stanno bene insieme 🤔

Cuocete a 170 gradi in forno per circa 15 minuti. O circa 900 secondi. O 9000 decimi di secondi, circa.

Nascondetela prima di finirla tutta.

Ps: il rosmarino l’ho rubato a mia mamma che il mio si è autoessiccato in vaso.

Pss: se non avete sbatti di contare i secondi potete usare un timer.

Hi.

 

Focaccia morbida al forno

ZUPPA DI LENTICCHIE AL CORIANDOLO (senza lattosio, senza latticini)

Appena l’ho vista sul profilo di una ragazza che seguo da molto e che ammiro, “chicco di mais” che vi consiglio di seguire,  mi è venuto subito voglia di farla e ho unito questa voglia ad una curiosità che avevo da tempo, così a fine cottura ho aggiunto un cucchiaino di olio di coriandolo della Fattoria dei grilli .

Zuppa di lenticchie al coriandolo

INGREDIENTI:

180 grammi di ditalini rigati ( mi raccomando rigati, che hanno da raccogliere il puccio)
un barattolo di lenticchie che mi ha fornito la De Rica
una decina di pomodori freschi
qualche gambo di prezzemolo , se non lo avete vanno bene le foglie
uno scalogno
olio
sale & pepe

PROCEDIMENTO:

  • tagliare lo scalogno e metterlo a rosolare in padella con un filo di olio
  • aggiungere le lenticchie scolate e sciacquate sotto l’acqua fredda
  • lavare bene i pomodori , tagliarli e aggiungerli in padella
  • salare , pepare, mettere i gambi del prezzemolo e coprire con l’acqua
  • lessare la pasta in abbondante acqua salata
  • scolarla due minuti prima della cottura e metterla in padella
  • aggiungere un cucchiaino di olio con essenza di coriandolo e servire

 

ZUCCHINE ALLA MENTA ( senza lattosio, senza latticini, senza glutine)

Zucchine alla menta

Le zucchine a casa mia vanno per la maggiore e le mie preferite restano sempre, senza ombra di dubbio , quelle alla menta perché sono facili, veloci e hanno un sapore fresco e gradevole.

INGREDIENTI: 

due zucchine grandi
porro
sale
pepe
olio
foglie di menta

olio essenziale alla menta di Fattoria dei grilli

PROCEDIMENTO:

  • lavare bene le zucchine
  • tagliarle a rondelle
  • far rosolare il porro in padella con un filo di olio
  • aggiungere le zucchine, il sale, il pepe e le foglie di menta
  • Zucchine alla menta
  • a fine cottura addizionare due spruzzate di olio essenziale di menta

FROLLA MONTATA ALL’OLIO (SENZA LATTOSIO SENZA LATTICINI)

Frolla montata all’olio

Che io non ami la frolla all’olio è cosa ben nota da molto a molti, proprio non ce la faccio, solo a sentire l’odore mi vien voglia di mangiare uno yogurt scaduto con un po’ di veleno per topi e 4/5 puntine che danno quel tocco di croccante in più.

Frolla all’olio
Questa ricetta invece è talmente buona che l’ho già rifatta più volte, una volta con la polvere d’arancia, una con la vaniglia e questi con limone e lavanda, la ricetta -straordinaria- è di una pasticcera pressoché fantastica,  Cristina, un’amica a cui tengo molto.

Frolla all’oliofrolla all’olio aromatizzata con lavanda e limone

 

INGREDIENTI:

75 g di zucchero a velo
70 g di olio
1 uovo
200 g di farina
una puntina di lievito
sale
aromi a vostro piacere ( vaniglia, limone, arancia, rum, quel che vi pare)

 

INGREDIENTI CHE HO USATO IO:

65 g di zucchero a velo
70 g di olio
1 uovo
190 g di farina 00
1 g di lievito per dolci
1 cucchiaino di essenza di lavanda
zeste di mezzo limone bio non trattato
un pizzico di sale

 

PROCEDIMENTO:

  • montare lo zucchero con l’olio
  • aggiungere l’uovo e montare ancora un po’
  • aggiungere l’essenza , il limone e il sale
  • aggiungere la farina setacciata bene con il lievito
  • mettere in una spara-biscotti oppure in una sac a poche resistente
  • formare i biscotti su una teglia non unta e senza carta forno
  • infornare a 175/180 gradi in forno ventilato e preriscaldato
  • cuocere per 12 minuti
  • lasciar raffreddare

HAMBURGER (senza lattosio, senza latticini )

Hamburger senza lattosio, burger, svizzera

Ero super mega convinta di averla scritta anni fa sul blog questa ricetta, invece ho scoperto di non averlo mai fatto. Eppure nei gruppi di cucina , tra le mie amiche e follower è stato un vero tormentone per anni.

La ricetta è tanto facile quanto buona.

INGREDIENTI:

200 g di macinato
Un uovo
Un cucchiaio di senape ( o di maionese)
Pan grattato qb ( giusto per portare a densità)
Sale & pepe
Spezie ( io ho messo timo e alloro)
PROCEDIMENTO livello pro pro pro:

🐌 assemblare
🐌 cuocere 2 minuti per lato a fiamma medio alta
🐌 abbassare e finire la cottura
🐌 sbattere il tutto in un bel panino tagliato a metà appena scaldato in padella senza olio, aggiungere insalata e pomodori, una fetta se la tollerate di camoscio d’oro o quel che vi pare e le salse che più amate!

 

BISCOTTI SALATI (senza lattosio, senza latticini, vegani)

Biscotti salati, crackers, snack salati, salatini, senza lattosio, senza latticini, vegan, vegani, veggie

Questi biscocrackers sono gli stuzzichini più #effettodipendenza che io conosca, la ricetta è di una cara amica di nome Silvia la quale ce ne ha fatte innamorare tutte subito.

Io ne ho fatte due versioni:

quelli a skifokuoricino sono con il rosmarino e timo -per il timo ho usato il favoloso olio essenziale della La Fattoria dei Grilli –

Biscotti salati vegani

quelli a forma di fiore invece hanno quelle due povere foglioline rimaste del mio timo limonato e l’essenza di aneto , un ottimo abbinamento suggerito da Vanessa di “la cucina della Sgrufetta”

Biscotti salati vegani

 

INGREDIENTI UFFICIALI:

200 g di farina
80 grammi di acqua
60 g di olio
Sale grosso e sale fine qb
spezie a piacere

INGREDIENTI UFFICIOSI – quelli che ho usato io-

200  g di farina 00
80 grammi di acqua
60 grammi di olio
5 grammi di sale fine
un cucchiaino di polvere di lievito inattivo
spezie a piacere  – timo, timo cedrino, rosmarino-

 

PROCEDIMENTO:

  • impastare tutti gli ingredienti bene fino a quando non diventa liscia la superficie
  • stendere con il mattarello
  • Biscotti salati vegani
  • tagliare con la taglia biscotti che preferite
  • Biscotti salati vegani
  • adagiare sulla carta forno
  • cuocere in forno a 180 gradi ventilato per 30 minuti circa

 

LA FATTORIA DEI GRILLI

Quando ho visto i loro prodotti me ne sono subito letteralmente innamorata, soprattutto per me con un pollice veramente nerissimo (  tranne i cactus di cui non sono a conoscenza per qualche cactus di mistero sopravvivano con me ) sono una vera e propria salvezza, a casa mia non esiste pianta con speranze di vita superiore ai 3 mesi. Il mio rosmarino come vi ho mostrato nelle storie di Instagram è veramente in piena crisi esistenziale per non parlare poi del timo che ha giusto due nuove foglie nate ieri e del timo cedrino che è più secco del legno da ardere, anzi no, peggio del fiume Giallo.

L’azienda si chiama “La fattoria dei grilli ” si trova a Valsamoggia  in provincia di Bologna e opera a basso impatto ambientale con coltivazioni esclusivamente biologiche. Non producono solo il classico miele ma anche  il miele goloso che è arricchito di frutti rossi, di mirtilli rossi, di uva, di mandorle,  di zenzero e di nocciole .

Ammetto che quello alle nocciole viene proprio voglia di prenderle e mangiarle tutte una ad una!

Insieme al miele troviamo anche le erbe aromatiche. La loro tecnica di essiccazione di queste piante , mediante la deumidificazione, permette alla pianta stessa di non perdere gli oli essenziali durante il processo e di garantire quindi il mantenimento dell’aroma anche per molto tempo.

Gli oli essenziali – quelli che definivo prima come “la salvezza” sono fatti di olio girasole con l’aggiunta appunto di oli essenziali delle piante aromatiche di riferimento, rigorosamente biologiche e distillate in azienda. Bastano due spruzzate per profumare il piatto aggiungendo solo 3,4 kcal e pensate che ogni bottiglia da 100 ml aromatizza ben 250 piatti.

 

Oli essenziali

RICETTE:

ZUCCHINE ALLA MENTA

BISCOCRACKERS 

BISCOTTI LAVANDA E LIMONE

ZUPPA DI LENTICCHIE AL CORIANDOLO